PARTECIPAZIONI E INVITI

Nell'organizzazione del matrimonio anche la scelta delle partecipazioni deve essere fatta secondo canoni e stili ben precisi; comunicarlo in maniera adeguata è fondamentale perchè si da ai destinatari un segnale sul tono della cerimonia.
E' importante seguire delle piccole regole:
- semplicità.
- caratteri in stampatello od in corsivo.
- carta bianca o avorio.
- formato 12,5 per 16,5 centimetri.
- per un tocco di stile in piu' carta tagliata a mano.

COME ANNUNCIARE IL MATRIMONIO
Se il matrimonio è formale, perfetto il classico cartoncino doppio, bianco o avorio con caratteri grigio o seppia; in alternativa il cartoncino singolo; in entrambi i casi i genitori degli sposi annunciano le nozze dei rispettivi figli: lei a sinistra lui a destra.
- Vietati i titoli professionali.
- Permesso il grado per gli ufficiali di carriera.
- Da omettere i titoli accadameci o nobiliari se solo uno dei padri li possiede, per riguardo nei confronti dell'altro.
- Le madri compaiono dopo il padre, con il cognome da coniugate e con quello da nubili.
- Al centro del biglietto il luogo e l'ora della cerimonia.
- In basso a sinistra e a destra, l'indirizzo di lei e di lui; al centro,quello della futura residenza.
- Gli sposi stessi devono annunciare il loro matrimonio quando hanno superato i trent'anni, al secondo matrimonio o se convivono da tempo.

 UN TOCCO DI CREATIVITA'
Per chi volesse aggiungere dei dettagli creativi, sono consigliate le partecipazioni decorate da piccoli motivi: fedi intrecciate, cuori, particolari floreali, le iniziali degli sposi ecc.
Per le spose romantiche sono consigliate i biglietti di carta 'kozo' lavorata artigianalmente con petali di fiori o foglie a vista.
Da prendere in considerazione le partecipazioni ecocompatibili di carta reciclata, e colori di origine naturale.
Esistono anche le partecipazioni profumate da scrivere a mano con un particolare inchiostro all'essenza di sandalo, mughetto, gelsomino, rosa o vaniglia.
 
IMPORTANTE SAPERE
- Le partecipazioni e gli inviti vanno scelti dopo aver deciso il luogo della cerimonia e del ricevimento.
- Le partecipazioni e gli inviti vanno spediti almeno tre mesi prima del matrimonio, per dare il tempo agli invitati di organizzarsi.
- Anche le buste hanno la loro importanza e gli indirizzi devono essere scritti rigorosamente a mano in una bella grafia.
- Il nome del destinatario o dei destinatari deve essere preceduto da 'Gentilissima Signora' o 'Gentilissimi Signori'.
- Se l'invito è esteso ad un intera famiglia, si devono indicare tutti i nomi dei componenti, oppure si inviano partecipazioni separate a genitori e figli.
- Gli inviti vanno stampati nello stesso stile delle partecipazioni, ed inseriti nella stessa busta.
- Nell'invito oltre a specificare il luogo del ricevimento è opportuno aggiungere in basso la formula R.S.V.P., in modo che l'invitato confermi la propria presenza.

Indietro