L'AUTO

Tradizione vuole che la sposa arrivi, con qualche minuto di ritardo, davanti al sagrato della chiesa in cui si svolgerà la cerimonia di nozze, accompagnata dal padre e, condotta da un'autovettura adeguata all'evento (un'auto di lusso oppure, un'auto d'epoca ma, potrebbe trattarsi anche di una carrozza o di un calesse, qualora il matrimonio si svolgesse in campagna) e, addobbata con fiori (riteniamo sufficiente, in questo caso, un'unica bella composizione da adagiare sul lunotto posteriore e che, volendo, si potrà utilizzare al ristorante come centro tavola), nastri o tulle uguali a quelli delle altre auto del corteo, in segno, naturalmente di riconoscimento tra le stesse ma, soprattutto, di festa e di gaudio ben augurale per i novelli sposi.
Sulla vettura, la sposa siede sempre sul sedile posteriore e alla destra del padre.
Per orientarsi nella difficoltosa scelta di questo bellissimo mezzo di trasporto, è buona regola ricordare che, l'autovettura per le proprie nozze, è un po' come l'abito per la cerimonia: qualcuno dice, addirittura che, l'auto di nozze costituisca, in qualche modo, il simbolo dello strumento attraverso il quale gli sposi si apprestino ad intraprendere il cammino di una nuova vita in comune: anche per questo dunque, la scelta dell'autovettura più adatta alla propria cerimonia, riveste un significato davvero importante!
L'auto per la cerimonia di nozze va dunque scelta con estrema cura e dovizia di particolari se, si vuole essere assolutamente certi, del risultato finale; per questo motivo, al momento della prenotazione, si consiglia di esaminare scrupolosamente le condizioni della carrozzeria e gli interni, testandone anche il comfort e le comodità d'accesso (tenendo conto del possibile "ingombro" dell'abito della sposa!). In tal proposito, ricordiamo ancora che, l'auto nuziale dovrebbe disporre di alcuni optional indispensabili, soprattutto nel caso di un matrimonio estivo: aria condizionata o climatizzatore, bar e tettuccio apribile.

E' bene inoltre tenere in considerazione un altro fattore, spesso trascurato ma, sicuramente, non di poco conto: accade sovente che alcuni invitati non posseggano l'automobile necessaria o, comunque adatta, ai vari spostamenti previsti per l'intera cerimonia (ad esempio, nel caso di matrimoni celebrati in posti diversi dal luogo di nascita degli sposi, che costringono gli ospiti a lunghi spostamenti); quanto meno opportuno, in questi casi, provvedere anche al noleggio per loro di un pulmino o, se necessario (data una presenza "massiccia" di invitati in questa situazione), un intero pullman con relativo autista.
Quando la coppia uscirà dalla chiesa (o dal municipio comunale), aprendo il corteo di auto, saranno seduti entrambi dietro, lei a destra e lui a sinistra.
E' importante che lo sposo apra alla porta propria sposa per farla salire, mostrando, con un gesto d'altri tempi (almeno per quel giorno!), una gran cavalleria;
naturalmente la sposa, dovrà evitare di cadere goffamente sul sedile cercando, il più possibile di adagiarvisi con grazia, magari facendo qualche prova i giorni che precedono le nozze. Solitamente, considerando anche che il vestito da cerimonia è spesso pesante ed a volte, anche piuttosto ingombrante, ricordiamo che per agevolare la salita sull'autovettura, la sposa dovrebbe sedersi con entrambe le gambe fuori, ritirandole poi in modo congiunto e, recuperando solo successivamente strascichi e volants.
Per scendere, stesse attenzioni: in questo caso, vi sarà il papà della sposa che, pronto ad accogliere la figliola le aprirà la porta e, la aiuterà (in modo energico ma, discreto!) a scendere con garbo dall'auto evitandole di brancolare pericolosamente sui suoi tacchi con il malaugurato pericolo, di inciampare tra i vari volants ed il bouquet proprio davanti ai gradini della chiesa!
Ultimata la cerimonia quindi, lo stesso mezzo prescelto condurrà poi gli sposi nel luogo dove si converrà per i festeggiamenti. Durante il tragitto che conduce a tale destinazione, è d'uopo inoltre ricordare che, per quanta possa apparire festoso e a tratti, anche "folcloristico", sarebbe buona norma ricordare ai propri ospiti che il galateo considera, in queste situazioni, atto di maleducazione suonare il clacson di concerto con le automobili che formano il corteo dietro all' auto degli sposi.
L'autovettura rimarrà quindi a disposizione per accompagnare all'aeroporto i novelli sposi che avessero deciso di raggiungere la meta della loro luna di miele, subito dopo il ricevimento.

Il tipo di auto
Le nozze che vengono celebrate oggigiorno, consentono di utilizzare liberamente tanto l' auto di famiglia (in certi casi, se ne posseggono di belle ed adeguate alla circostanza), quanto l' auto d'epoca presa a noleggio (senz'altro più classica e spettacolare).
La scelta del mezzo di trasporto per gli sposi dipende molto dal carattere e dalle preferenze degli stessi; per questo, alcuni potrebbero prediligere automobili discrete e non troppo appariscenti, altri, viceversa, potrebbero invece preferire osare scegliendo, magari, mezzi di trasporto quanto meno insoliti come, ad esempio, una mongolfiera, un sidecar, una motocicletta o un'auto sportivissima, dando con questa scelta un taglio molto originale al proprio matrimonio!

Indietro